Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Juve, il prossimo rigore: Dybala o Higuain? Ecco chi ne segna di più

Juve, il prossimo rigore: Dybala o Higuain? Ecco chi ne segna di piùTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
martedì 21 novembre 2017, 06:302017
di Marco Spadavecchia
Dall'inviato a Torino

A Marassi Dybala non si è presentato sul dischetto, lasciando l’incombenza a Higuain. Che ha ringraziato e trasformato, sintomo che le gerarchie dagli undici metri potrebbero essere cambiate. Prima di domenica nessun dubbio: Paulo rigorista, Gonzalo il suo vice. L'ultimo calciato e realizzato da Higuain in bianconero, infatti, risale a più di un anno fa: 2 novembre 2016, Juve-Lione (1-1), senza Dybala in mezzo al campo (infortunato) il connazionale insacca allo Stadium incrociando con il destro e spiazzando Lopes, siglando il vantaggio prima del pari di Tolisso. Nell’angolo opposto rispetto a quello scelto due giorni fa al Ferraris davanti a Viviano. Da rigorista, 13 li siglò con il Napoli fallendone 4. Un solo errore con la maglia del Real Madrid ma appena 3 realizzazioni. Considerandoli tutti (e includendo per par condicio anche la trasformazione a Doha dopo i 90', fallita dal compagno), 19 dentro e 5 sbagliati, circa il 79 per cento in rete.

PAULO DAL DISCHETTO — Tolto il penalty contro il Lione e quello realizzato da Marchisio con il Siviglia (in quell'occasione fuori dai giochi sia la Joya, sia il Pipita), prima della Samp è stato sempre Dybala a prendersi il rischio calciare dagli undici metri. I rigori siglati dal 24enne di Laguna Larga in bianconero sono 14 su 17 tentativi. I 3 errori davanti a Donnarumma, in Supercoppa, e alla coppia albanese Berisha-Strakosha tra l'Allianz Stadium e l'Azzurri d'Italia in campionato. Contando Palermo (e l'errore di Doha) sono 17 reti su 21. Circa l'81 per cento di successi dal dischetto, leggermente meglio del Pipita. Ed è probabilmente anche per questo che il prossimo rigore dovrebbe toccare a lui, pure in virtù della gol arrivato proprio dopo il penalty gentilmente concesso a Higuain, rete che non è servita a pareggiare i conti con la Samp ma in grado di rompere un digiuno su azione lungo 57 giorni. Giusto prima del Barcellona. E' evidente, però, che il Pipita rappresenti una validissima alternativa dagli undici metri. Non è totalmente da escludere, quindi, un alternanza ad hoc in base a situazioni e momenti. Come a Marassi, al di là delle gerarchie.