Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Kaka: "Contatti con la Cina. Ma ancora non ho deciso il mio destino"

Kaka: "Contatti con la Cina. Ma ancora non ho deciso il mio destino"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
giovedì 30 novembre 2017, 12:242017
di Simone Bernabei

Ricardo Kakà ha concesso una lunga intervista al media cinese Tencent Sport soffermandosi anche sul suo futuro, come riportato da Milannews: "E’ terminato il mio contratto con Orlando dopo tre anni, per me è stata un’esperienza meravigliosa giocare lì, negli Stati Uniti, vedere come è il campionato e vivere in un paese dove il calcio non è lo sport più popolare. Ma è stata un’avventura fenomenale. Adesso mi sono concesso un mese per pensare, non volevo prendere questa decisione durante la stagione perché ci sono troppi pensieri, se va bene una partita è una cosa, se va male un’altra. Quindi volevo prendere la decisione con molta calma, entro la fine di dicembre prenderò la decisione. Giocare in Cina? Si sta parlando molto di questo, sono stato a Milano con una presidente di un club cinese. Sto parlando con mio papà, però abbiamo solo valutato le possibilità.

Prima di decidere con il club devo decidere personalmente se giocare ancora o no. Il Milan? Non mi piace parlare di un progetto durante la stagione, vediamo alla fine. Hanno investito molto nel club, alcune decisione per influire sulla stagione hanno bisogno di tempo e ora vedremo come finirà la stagione. Italia fuori dal Mondiale? Incredibile. Quello che è successo al calcio italiano è triste però spero che l’Italia possa udare questo momento per cambiare. Anche l’assenza degli Usa è una grande perdita perché la crescita del calcio statunitense è molto buona".