Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Le pagelle del Pescara - Benali è la costante, capitan Memushaj non molla

Le pagelle del Pescara - Benali è la costante, capitan Memushaj non mollaTUTTO mercato WEB
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
lunedì 24 aprile 2017, 22:472017
di Dimitri Conti
Pescara - Roma 1-4

Fiorillo 6 - Cade ben quattro volte sotto i colpi avversari, ma poteva andargli peggio: i tiri della Roma non si conteranno a fine partita. Lui ci mette tutta la buona volontà, andando a murare Dzeko nel primo tempo con le reti ancora inviolate.

Zampano 5 - Perde l'inserimento di El Shaarawy alle sue spalle e la Roma va in vantaggio. Spesso quando si propone in avanti crea affanni, ma sulle accelerazioni di El Shaarawy si fa trovare spesso e volentieri impreparato.

Bovo 5,5 - Ringhia come un mastino sulle caviglie di Dzeko, che infatti fatica a trovare gli spazi giusti e si innervosisce. Capitola però come tutti gli altri sotto i colpi dei giallorossi, e nel secondo tempo non è più così onnipresente.

Coda 5 - Parte bene, aggredendo gli attaccanti giallorossi con una marcatura vigorosa e attenta. Specialmente Dzeko. Ma sul lungo andare, con il posizionamento così alto della difesa pescarese, crolla fisicamente e concede tanti spazi. Esce nel finale. (dall' 80' Fornasier s.v.)

Biraghi 5,5 - Salah decide di metterlo alla prova fin dai primi minuti. Dopo qualche fatica sembrava aver trovato la bussola, ma l'imperfetto è d'obbligo. Difensivamente male, nel secondo tempo però è tra i più pericolosi, centrando un palo su punizione.

Coulibaly 5 - Poco preciso nelle giocate, sbaglia molto sin dalle fasi d'avvio. Si inserisce con volontà, ma spesso corre a vuoto: dal punto di vista dell'interdizione, poi, è pressoché nulla. Sbaglia un gol già fatto e lascia il campo. (dal 67' Verre 6 - Un altro ex della partita, il cui ingresso in campo tutto sommato regala più tranquillità al possesso del centrocampo pescarese. Complice le distrazioni della Roma trova spazi per giocare.)

Muntari 5,5 - Quando i suoi hanno il pallone mostra fasi di discreta brillantezza, allargando la manovra per dare respiro al gioco. Difensivamente paga la poca velocità, che lo costringe al giallo. Zeman si cautela e lo toglie. (dal 46' Bruno 5,5 - Un bell'assist su Coulibaly, che però spreca una nitida occasione davanti alla porta. Prima, e dopo, però, tanti palloni sbagliati. Qualcuno accompagnato dai fischi dell'Adriatico.)

Memushaj 6 - Il capitano non brilla per qualità, specialmente finché la partita resta aperta. Ma quando c'è da provare a finirla a testa alta, come accade spesso, lo fa, servendo l'assist per il gol di Benali dopo una buona iniziativa a destra.

Benali 6,5 - Nella stagione del Pescara, che saluta oggi ufficialmente la categoria, sono state due le costanti: le sconfitte con tanti gol subiti, e le reti di Benali. Non tradisce le attese, e segna anche stasera, nell'ennesima brutta serata collettiva.

Bahebeck 6 - Davanti è praticamente l'unico che cerca di sovvertire lo status quo, ingaggiando un bel duello di contatto con Manolas. Il difensore greco spesso contiene, ma a volte fatica. Va più volte vicino al gol, ma alla fine non riesce a colpire.

Caprari 5,5 - Inizialmente sembra pagare l'emozione di affrontare certi colori, e nel primo tempo praticamente in campo non lo si vede. Ben più pericoloso nella ripresa, ci prova con un destro a giro sul quale Szczesny deve mettere le ali. Corrente alternata.