Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lecce, Padalino: "Vittoria meritata. Ho giocatori con valori tecnici e umani"

Lecce, Padalino: "Vittoria meritata. Ho giocatori con valori tecnici e umani"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano/tuttolegapro.com
lunedì 30 gennaio 2017, 23:052017
di Stefano Sica

Il Lecce vince a Catanzaro (2-1) nel posticipo serale del girone C della Lega Pro e raggiunge il Matera in vetta. A ribaltare il vantaggio calabrese griffato Prestia nel primo tempo, ci hanno pensato Doumbia (assist di Pacilli) e il nuovo entrato Lepore nella ripresa. E il tecnico giallorosso, Pasquale Padalino, può esternare ai microfoni di Rai Sport tutta la propria soddisfazione a fine gara. "Nel primo tempo abbiamo preso gol su palla inattiva e credo che sia stata l'unica volta che si sono affacciati nella nostra area di rigore - il suo esordio -. Nella ripresa c'è stata da parte nostra la reazione giusta e abbiamo saputo aspettare il momento adatto per colpire: non era facile trovare la via del gol piazzandosi loro in 10 sotto la linea della palla. L'impatto dei nuovi entrati? Le squadre che giocano per il primato devono avere degli uomini con determinate caratteristiche e una rosa competitiva. Diversamente non potremmo essere lì dove siamo.

E' giusto che squadre come il Lecce abbiano a disposizione calciatori con valori, oltre che tecnici e tattici, anche umani. Il Catanzaro veniva da un buon momento e mi aspettavo che facesse questo tipo di partita. Noi dovevamo solo aspettare il momento propizio per arrivare al gol. Tuttavia ci eravamo andati già vicini, magari con scarsa cattiveria e un pizzico di sfortuna. Perché Costa Ferreira dalla panchina? E' arrivato da poco tempo ed era reduce da un infortunio. Ha bisogno dei tempi giusti per entrare in sintonia coi compagni e ristabilire una condizione che finora non l'ha aiutato".