Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Pioli: "Champions? Non ci pensiamo, domenica serve attenzione"

LIVE TMW - Pioli: "Champions? Non ci pensiamo, domenica serve attenzione"
venerdì 20 gennaio 2017, 14:122017
di Marco Frattino

14.00 - Amici di Tuttomercatoweb.com, buon pomeriggio! La nostra redazione vi dà il benvenuto alla diretta testuale della conferenza di Stefano Pioli. Il tecnico dell'Inter parla in vista della sfida contro il Palermo.

L'Inter arriva da sette vittorie consecutive e ha ricevuto tanti complimenti, è una situazione da maneggiare con cura? "No, anzi. E' da insistere. La squadra ha gli atteggiamenti giusti, sappiamo il lavoro che stiamo facendo ma anche che siamo passati attraverso vittorie sofferte. Dobbiamo essere pronti questa domenica".

Gagliardini sembra qui già da mesi, da cosa è rimasto sorpreso? E' già insostituibile? "Sicuramente la semplicità e la serenità con cui è entrato nel gruppo, ha già dimostrato grande personalità e di capire i nostri concetti. Ha dato ciò che ci aspettavamo, lo abbiamo acquistato per questo. Per domenica vedremo, abbiamo speso tanto di recente. Personalmente dovrò essere bravo a scegliere bene, la squadra deve garantire intensità".

L'abbondanza può essere un'arma a doppio taglio? "Assolutamente no, il bene della squadra viene prima di tutto. La competitività negli allenamenti quotidiani può fare bene ed è una grande arma, sono soddisfatto di poter scegliere tra tanti calciatori. Poi i ragazzi sanno che undici iniziano la partita, ma gli altri possono cambiare la partita".

A che punto è Perisic? Fa sempre la differenza... "Ho detto e ripeto che dai grandi calciatori bisogna aspettarsi tanto, ha tutto per essere un calciatore determinante. Lo sta facendo, vive un buon momento come tutta la squadra. Ma dobbiamo insistere sulle cose che vanno bene, anzi dobbiamo migliorarle. Ci aspetta una gara complicata contro una squadra all'altezza, vorrà dimostrare di non meritare quella posizione in classifica. Servirà attenzione".

Cosa è rimasto della breve esperienza a Palermo? "Personalmente mi piace parlare solo di cose che ho vissuto, sono stato troppo poco a Palermo per dare un giudizio sul contesto. Sono arrivato da un momento particolare dopo una finale di Coppa Italia proprio contro l'Inter. Ho avuto un ottimo rapporto con Zamparini fino al giorno prima dell'esonero, ma il rapporto è rimasto buono. Si è dimostrato serio nei miei confronti. Poi bisogna esserci per giudicare, la squadra è in difficoltà ma ha qualità, giocatori esperti e avrà voglia di dimostrare di essere alla nostra altezza. Noi dovremo essere al massimo".

Si parla di Inter da Champions, che effetto fa? "Quando si lavora tanto e bene, bisogna credere nei propri calciatori e nei propri valori. E' quello che ho fatto dal mio arrivo, ma so che le somme si tireranno il 28 maggio. Servirà attenzione e concentrazione, per avere la possibilità di vincere tutte le partite".

Cosa significa per te che hai battuto sempre le tue vecchie squadre? "Per quanto mi riguarda vuol dire che ho fatto esperienze che mi hanno permesso di crescere e ora sono alla maturità giusta. Per me pensare in grande significa lavorare bene tutti i giorni".

Si avvicinano gli ultimi giorni di mercato, si aspetta qualcosa? "L'obiettivo del club durante il mercato erano chiari, e lo sono ancora. C'era bisogno di un centrocampista ed è arrivato un signor giocatore, poi delle uscite. Qualcuna è arrivata, altre arriveranno. Quindi mi aspetto qualcosa".

Si parla molto del mercato estivo, può essere un'arma in più per il futuro? "Noi possiamo controllare solo il nostro presente. Abbiamo altre diciassette gare di campionato e tanti punti a disposizione per raggiungere la miglior posizione possibile anche se difficile, ma non dipende solo da noi ma anche da chi ci precede in classifica. Insieme a noi c'è una società, una proprietà molto forte che ci sostiene e ci supporta. Possiamo dare una base solida al club per il futuro, ma questa dipende dal lavoro che faremo fino al 28 maggio. Il gruppo è concentrato, unito e coeso e ha capito che lavorando insieme in un'unica direzione potremo toglierci delle soddisfazioni".

14.13 - Terminata la conferenza stampa di Pioli.