Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, stasera a Napoli gara proibitiva: svolta o depressione

Milan, stasera a Napoli gara proibitiva: svolta o depressione  TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 18 novembre 2017, 08:152017
di Antonio Vitiello

Napoli-Milan non sarà mai una gara qualsiasi, anche trent’anni dopo gli scontri tra titani con Maradona da un lato e Van Basten dall’altro. Questa sera al San Paolo gli azzurri saranno nettamente favoriti, perché giocano il miglior calcio d’Italia e perché fare punti nello stadio di Fuorigrotta è impresa ardua. Il Milan però vuole provarci, perché è già in netto ritardo rispetto a tutte le altre big del campionato e soprattutto per dare una svolta alla stagione. Le strade sono due: i rossoneri con una sconfitta daranno il via ad una nuova settimana di polemiche e depressione per una classifica che piange, con una vittoria ma anche un buon pareggio, darebbe linfa vitale per il prosieguo dell’annata. Fermare la capolista sarebbe un successo, ma è talmente complicato che in tanti non vedono l’ora di pensare già alle gare successive, quando il calendario metterà sulla strada dei rossoneri squadre più alla portata per provare finalmente a costruire un filotto di vittorie.

Montella, pensando alla formazione di stasera, potrebbe abbottonarsi di più rispetto al salito. Sarà un 3511 mascherato, con Borini pronto a scalare in difesa per dare una mano a Bonucci e compagni, con lo schieramento che in fase di non possesso muterà in un 4411, Suso a supporto di Kalinic, il rientro di Bonaventura con Montolivo e Locatelli in mezzo e l’esclusione, un po’ a sorpresa di Ricardo Rodriguez dopo la qualificazione della sua Svizzera ai Mondiali. Il campionato di serie A riparte col botto, tanti intrecci nei piani alti della classifica, dove il Milan spera di esserci ancora e di non essere tagliato fuori definitivamente già a metà novembre.