Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Perugia, Breda: "Bravi tutti ma ora c'è la gara dell'anno. Avanti col ritiro"

Perugia, Breda: "Bravi tutti ma ora c'è la gara dell'anno. Avanti col ritiro"TUTTO mercato WEB
domenica 19 novembre 2017, 00:532017
di Dimitri Conti
fonte acperugiacalcio.com

Roberto Breda, allenatore del Perugia, ha così commentato in sala stampa la rotonda vittoria ottenuta sul Carpi: “Mi è piaciuto il carattere dei giocatori sul terzo gol nato da una riconquista sul 2-0, segno della voglia di andare a prendere la palla finché ce ne avevamo. Bene anche la gestione del secondo tempo dove abbiamo continuato a segnare risparmiando però anche un po di energia e tenendo di più la palla. È una gara positiva ma rimane solo una gara. Se pensiamo di essere tornati bravi o quelli delle prime cinque partite commettiamo un grande errore. Dobbiamo mantenere questa determinazione, questo spirito di gruppo. Per ora stacchiamo di un paio di giorni, domenica c’è la partita più importante dell’anno. L’atteggiamento, la fame, la voglia di fare risultato dovranno essere ancora maggiori di oggi. Se prosegue il ritiro? Si il prosieguo del ritiro era deciso a prescindere dal risultato.

Il calcio vive di contrasti, di duelli vinti. Logico che andare in vantaggio dopo tre minuti aiuta. I ragazzi sono stati bravi nei raddoppi, nel girare la palla, nell’uso della zona del campo centrale e non solo sugli esterni. C’è ancora tanto da lavorare ma avevamo bisogno di un risultato anche del genere. Il risultato di oggi però non deve farci cadere in presunzione e superficialità. La settimana che viene dovrà essere ancora più e cattiva e ancora più determinata perché il derby è la partita dell’anno. Durante la passata settimana un grande lavoro è stato fatto dal presidente perché ci è stato sempre vicino ed è stato il traino. Ci ha trasmesso valori importanti non solo calcistici ma anche umani.”