Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Pordenone, Berrettoni: "Volevo continuare, a 35 anni come il 1° giorno"

Pordenone, Berrettoni: "Volevo continuare, a 35 anni come il 1° giorno"TUTTO mercato WEB
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
martedì 28 marzo 2017, 20:562017
di Ivan Cardia

"Volevo fortemente continuare la mia esperienza in neroverde". A margine del rinnovo fino al 2018 col Pordenone, Emanuele Berrettoni commenta al sito ufficiale del club la firma sul prolungamento: "Ci sono le basi per dare seguito a un percorso già importante. L’ambiente è l’ideale per rendere al meglio: ringrazio di cuore per stima e fiducia presidente, soci e dirigenza; mister, staff tecnico e sanitario, che mi seguono con grandissima attenzione e disponibilità; chiaramente i miei splendidi compagni, un gruppo di uomini veri, sempre pronti a sacrificarsi l’uno per l’altro; i tifosi, molto calorosi. A 35 anni mi diverto a giocare a calcio come fosse il primo giorno. Voglio continuare così! Con priorità la gara di giovedì a Reggio Emilia. Siamo pronti per un finale di stagione a tutta".

Sempre dalle pagine di pordenonecalcio.com arriva anche il commento del presidente Mauro Lovisa: "In neroverde Emanuele sta vivendo una seconda giovinezza. Un giocatore dalla classe incredibile, sul podio dei più tecnici dell’intera storia del Pordenone. Giocando si diverte ancora come un ragazzino e fa divertire tutti con le sue giocate. È un esempio per tutti i ragazzi per il suo attaccamento alla maglia, perchè arriva al campo tra i primi e va via tra gli ultimi, per lo spirito sempre positivo, per la sua correttezza, per quanto ci tiene a giocare e vincere sempre. In un gruppo, la nostra squadra, di grandi valori umani, oltre che tecnici. La sua conferma è un segnale forte di continuità del nostro progetto sportivo".