Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Premier, tempo di recupero - Gabbiadini sfida Conte. Pep-Mou, atto III

Premier, tempo di recupero -  Gabbiadini sfida Conte. Pep-Mou, atto III
© foto di imago sportfotodienst
martedì 25 aprile 2017, 09:002017
di Mattia Zangari

Tempo di recupero in Premier League. In settimana, a partire da stasera, il campionato inglese si ferma per far salire a bordo le squadre che per via dei vari impegni extra si sono attardate lungo il cammino. E' il caso del Chelsea, fresco di conquista della finale di FA Cup, che deve guardarsi dai tiri mancini del Southampton di Manolo Gabbiadini, un talento naturale che - Antonio Conte dixit - ha "il sinistro tra i migliori del mondo".
Il primo tifoso dei Saints, e non certo per i suoi trascorsi in panchina a St. Mary's, è senza ombra di dubbio Mauricio Pochettino, profeta di un calcio estetico appagante che una volta tanto vorrebbe passare all'incasso per non guadagnarsi l'infausta fama di eterno secondo: per farlo, il manager argentino, oltre a sperare in uno scivolone dei Blues, deve aiutarsi da solo provando a guidare il suo Tottenham ad espugnare Selhurst Park contro un Crystal Palace in salute. Chi, invece, non gode di uno stato invidiabile di forma è il Middlesbrough, a secco di vittorie nel 2017 e impegnato nella guerra tra poveri con il fanalino di coda Sunderland.
Umori opposti si scontrano nella gara tra Arsenal e Leicester City: i Gunners arrivano ringalluzziti dopo aver conquistato per l'ennesima volta l'ultimo atto della Coppa d'Inghilterra, mentre le Foxes si stanno ancora leccando le ferite causate dalla fine del sogno Champions.
Il quadro si completa con il derby di Manchester: da una parte i Citizens di Pep Guardiola da 'zeru tituli', dall'altra lo United di José Mourinho che due trofei li ha già messi in bacheca ma che mai pago sogna una notte da sorpasso all'Etihad Stadium. In mezzo la rivalità eterna di una città che in questa stagione è giunta già al III atto.

CLASSIFICA - Chelsea 75; Tottenham 71; Liverpool 66; Manchester City 64; Manchester United 63; Everton 58; Arsenal 57; WBA 44; Southampton 40; Watford 40; Stoke City 39; Crystal Palace 38; Bournemouth 38; West Ham; 37; Leicester City 37; Burnley 36; Hull City 33; Swansea 31; Middlesbrough 24; Sunderland 21