Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Sassuolo, Angelozzi: "Ho pensato seriamente di tornare al Bari"

Sassuolo, Angelozzi: "Ho pensato seriamente di tornare al Bari"TUTTO mercato WEB
© foto di Alessio Alaimo
giovedì 30 novembre 2017, 21:112017
di Ivan Cardia

Fresco di ritorno al passato in Coppa Italia, il direttore sportivo del Sassuolo Guido Angelozzi ha commentato a tuttocalciopuglia.com la gara contro il Bari: "Il Bari ha fatto una buonissima partita. Si vede che c’è un lavoro dietro da parte dell’allenatore: la squadra era messa bene in campo e aveva delle idee. Son sicuro che crescerà molto. Non vedo troppe somiglianze tra questo Bari e quello della mia epoca; lì giocavamo insieme da tre anni ed eravamo al centro di una situazione societaria un po’ disperata, qui, invece, siamo in presenza di una squadra costruita intorno ad un allenatore nuovo, che è stato abile nell'assemblare i tanti giovani arrivati con i più anziani. Grosso sta dimostrando di essere bravo. Ho avuto la fortuna di portarlo nella massima serie a Perugia, quando era calciatore. Già allora si vedeva che era un ragazzo intelligente, con delle importanti qualità tecniche e umane. Non so se si riuscirà a centrare la Serie A, ma la compagine ha un potenziale enorme e può ambire a grandi cose.

Quelli di Bari sono stati anni bellissimi per me per la mia famiglia, ci siamo divertiti insieme. Mi dispiace solo un po’ per l’anno del calcio scommesse: quello è stato il periodo più tosto per me in Puglia. Nonostante questo, non mi do alcuna colpa. Forse siamo stati troppo buoni con alcuni giocatori, che andavano mandati via prima, ma come fai a immaginare certe cose?".

Sul possibile ritorno.
"Ho conosciuto Giancaspro e ho un buon rapporto con lui. Si è parlato per capire se si potesse fare qualcosa insieme, io, però, avevo ed ho un impegno con il Sassuolo. Chiaramente ci ho pensato: a Bari sono stato bene, ci torno spesso perché ho diversi amici, è come se fosse casa mia. Non era giusto, però, che io lasciassi una realtà che mi aveva riportato in Serie A e con la quale avevamo già iniziato un percorso".

Sull'esonero di Bucchi.
"Esonerare un allenatore è sempre una sconfitta per una società. Evidentemente abbiamo sbagliato qualcosa noi, perché Bucchi è un allenatore bravo ed emergente. Siamo stati costretti a cambiare perché le cose non stavano andando come dovevano, ma il mister rivelerà nel tempo di essere in gamba".