Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

#SfidaScudetto - Higuain oro Napoli: l'addio per una squadra più forte

#SfidaScudetto - Higuain oro Napoli: l'addio per una squadra più forteTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
giovedì 30 novembre 2017, 14:302017
di Lorenzo Di Benedetto

Il giorno della sua cessione alla Juventus in casa Napoli nessuno sorrideva. Gonzalo Higuain da uomo dei record, capace di segnare 36 gol in un solo campionato, passava alla rivale di sempre, sposando i colori bianconeri e andando a rinforzare la squadra più forte della Serie A. Sembrava poter essere la fine di tutto per i partenopei ma adesso, a un anno e mezzo di distanza, le cose sono cambiate e non sono andate come ci potevamo aspettare.

Nell'estate 2016 il Napoli ha dato infatti il via a un mercato molto oculato dove sono stati inseriti all'interno della rosa di Maurizio Sarri alcuni giocatori molto funzionali al progetto di De Laurentiis, sia per il presente che per il futuro, visto che Giuntoli puntò molto su calciatori giovani di prospettiva. Da Piotr Zielinski a Marco Rog, da Amadou Diawara allo sfortunatissimo Arkadiusz Milik, fino a Nikola Maksimovic, Lorenzo Tonelli ed Emanuele Giaccherini che però non hanno convinto fino in fondo e sono stati utilizzati pochissimo.

In tutto questo si deve però anche registrare l'esplosione di Dries Mertens. Se Higuain fosse rimasto al suo posto al centro dell'attacco del Napoli difficilmente il belga sarebbe diventato il giocatore che è adesso, segno che in fin dei conti la cessione del Pipita ha portato più benefici che altro.