Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Sognando Figo e CR7: Gelson Martins, il consiglio di Alex Sandro

Sognando Figo e CR7: Gelson Martins, il consiglio di Alex SandroTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 28 novembre 2017, 18:152017
di Marco Conterio

Luis Figo e Cristiano Ronaldo. Gelson Martins non pretende di raccoglierne l'eredità ma i colpi per diventare un grande ci sono. Gelson Dany Batalha Martins nasce nel maggio del 1995 a Capo Verde ma inizia la sua carriera nelle giovanili del Benfica. Dal 2008 al 2010, prima dello scippo da parte dei Leoes. L'escalation è rapida: Under 18, Under 19, Sporting B e subito il rinnovo: clausola da 45 milioni di euro, adeguata a 60 nell'accordo del 2015.

Grandissima corsa e tecnica, è il giovane gioiello di casa Sporting Lisbona, consigliato da Alex Sandro alla Juventus. Non è un caso: il brasiliano ha giocato in Portogallo, al Porto, conosce bene la Liga e si è trovato davanti Martins in Champions League. Abilissimo nell'uno contro uno, è uno dei giocatori più rapidi nello stretto ed esplosivi del panorama internazionale. Già nel settembre del 2016 aveva messo in difficoltà un certo Marcelo in Champions League contro il Real Madrid, portando gli addetti ai lavori a drizzare le antenne su di lui, paragonato al primo Juan Guillermo Cuadrado.

Su Gelson Martins non c'è solo la Juventus. Nazionale portoghese, in odore anche di Mondiale in Russia, la fila alla porte del presidentissimo Bruno de Carvalho è lunga: Manchester United, Manchester City, Real Madrid, Chelsea, Barcellona. Forse è tardi, perché sia un colpo. E' un affare, sì. Ma a carissimo prezzo.