Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW RADIO - Jacobelli: "Juve in fase di transizione. Tavecchio oggi via"

TMW RADIO - Jacobelli: "Juve in fase di transizione. Tavecchio oggi via"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 20 novembre 2017, 10:232017
di TMWRadio Redazione

Arriva puntuale su 'TMWRadio' il momomento dell'editoriale. Ospite della mattinata, Xavier Jacobelli del Corriere dello Sport che commenta tutti i temi più caldi di oggi:

Sorprende la sconfitta della Juventus?

"Assolutamente sì. Abbiamo avuto un'ulteriore prova della fragilità della difesa bianconera: bisogna affrontare questo problema. Dietro l'angolo c'è il Barcelona e in campionato Napoli e Inter viaggiano a ritmi altissimi. Come si risolve? Inserendo in campo Marchisio, la sua presenza è fondamentale. I problemi nascono a centrocampo, che non protegge adeguatamente la retroguardia, orfana di Bonucci. Siamo in una fase di transizione".

Un commento su questa Sampdoria...

"Bisogna fare i complimenti alla Sampdoria, alla 7^ vittoria consecutiva a Marassi. E' una certezza, non più una rivelazione, così come Torreira che segna sempre gol bellissimi. Giampaolo sta facendo un lavoro eccezionale, è uno dei migliori tecnici in Italia: anche a Empoli ha fatto bene".

Sul Milan:

"Devono cambiare qualcosa, anche se la sconfitta a Napoli è dignitosa visto lo strapotere degli avversari. Montella però non può stare sempre sull'altalena. La società è orientata a continuare con lui, anche perchè non ci sono grandi alternative".

Quanti sono i meriti di Spalletti?

"Il lavoro di Spalletti si vede, la sua mano è fondamentale. Anche in estate, in sede di calciomercato con gli acquisti di Borja Valero e Vecino. Davanti poi c'è un giocatore come Icardi che fa la differenza".

Insigne risponde a Ventura subito con un gol...

"Questo è un tasto molto dolente. Ventura all'andata in Svezia l'ha inserito come intermedio, mentre al ritorno è rimasto per 90' in panchina: è un errore imperdonabile e indelebile".

Gasperini come ct della Nazionale?

"Prima di scegliere il ct, bisogna conoscere i progetti della Federazione. Ancelotti non ha detto un secco 'no', perchè vuole prima vedere cosa accade a livello dirigenziale. La cosa più importante è capire chi comanderà in Federazione: l'attuale governo deve cadere oggi nel consiglio federale. Tavecchio non solo non si è dimesso, ma si è incollato alla poltrona. Nel frattempo il pressing per farlo andare via si è accentuato. Ieri Malagò (il presidente del CONI) ha rilasciato frasi forti e la Lega Pro, così come il calcio a 5, si è staccata. La situazione è sotto gli occhi di tutti".

Sulla Roma:

"Sta crescendo gradualmente, noto che Di Francesco riceve sempre più elogi. La Roma ha vinto meritatamente il derby, contro un'ottima Lazio, che non esce ridimensionata. I giallorossi possono dire la loro nella lotta per il titolo".