Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Avellino, Taccone: "Non troviamo alibi per il momento difficile"

Avellino, Taccone: "Non troviamo alibi per il momento difficile"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
martedì 20 marzo 2018, 10:422018
di Luca Bargellini

Dopo le polemiche arbitrali di Avellino-Pescara Walter Taccone, numero uno del club irpino, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Il Mattino spiegando i perché della lettere inviata al designatore di Serie B Emidio Morganti: "Certo è che col Pescara avremmo potuto vincere anche senza la concessione di un fallo che, non lo dico io, ma chiaramente le immagini dell’episodio in questione, era netto, così come pure avremmo potuto soccombere magari se il colpo di testa di Mancuso non fosse stato respinto dal palo ma tra il dire e il fare, tra il poteva succedere o non poteva succedere, a norma di regolamento, su Castaldo c’era un fallo da sanzionare con la massima punizione. Purtroppo per noi il signor Daniele Minelli, del quale non metto in dubbio la buona fede, non lo ha visto: lo vedrà, scoprendo il suo errore, rivedendolo chiaramente.

Non vogliamo trovare alibi ad un periodo che obiettivamente non ci gira bene per tanti motivi non vogliamo piangerci addosso ma semplicemente sottoporre al signor Morganti un episodio che nella sostanza ci ha penalizzati e non poco. Rimane qui, andiamo avanti, stringiamo i denti, mostriamo gli attributi, cosa che dovremo fare tutti, ma proprio tutti, e pensiamo al dopo Pescara, all’immediato futuro che fra cinque giorni si chiama Pro Vercelli"