Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Bologna, Santurro all'esordio: fra buone parate e uscite imperfette

Bologna, Santurro all'esordio: fra buone parate e uscite imperfetteTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 31 marzo 2018, 15:302018
di Tommaso Maschio

Qualche ottima parata, specialmente nel primo tempo su De Rossi, e qualche titubanza nelle uscite alte. La prima in Serie A di Antonio Santurro, arrivata alla bella età di 26 anni dopo una carriera spesa in Serie C, è stata tutto sommato positiva con l'estremo difensore che non ha risentito dell'emozione dell'esordio per di più contro una Roma che schierava Perotti-Schick-El Shaarawy come tridente e Dzeko in corso d'opera. Giocatori che fino allo scorso anno aveva visto solo in tv e che quest'oggi si è trovato di fronte rispondendo in maniera precisa e attenta alle loro sollecitazioni (ringraziando anche il palo che salva su Strootman da zero metri).

Qualche problema in più invece Santurro l'ha trovata sui cross con qualche uscita imperfetta o proprio a vuoto che mette i brividi a compagni in campo e tifosi sugli spalti, ma alla fine senza pagarne a caro prezzo le conseguenze con la difesa brava a liberare l'area anticipando i rivali giallorossi. Come ha commentato qualcuno a caldo: “fa bene le cose difficili e meno bene quelle facili”. E su questo particolare Luca Bucci, che stima moltissimo Santurro fin dai tempi delle giovanili al Parma, dovrà lavorare col ragazzo per garantire al Bologna un terzo portiere di sicura affidabilità qualora si riproponga un'altra defezione dei primi due (oggi Mirante squalificato e Da Costa infortunato).