Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Campanharo sfida il Milan: "Daremo tutto. Ma possono arrivare in fondo"

Campanharo sfida il Milan: "Daremo tutto. Ma possono arrivare in fondo"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
giovedì 22 febbraio 2018, 13:452018
di Ivan Cardia

Gustavo Campanharo, centrocampista del Ludogorets con un passato in Italia al Verona, ha parlato prima della sfida contro il Milan. Queste le dichiarazioni raccolte dall’inviato di MilanNews.it: “Domani mi aspetto che sia una partita buona per noi, sappiamo che all’andata abbiamo fatto errori che alla fine sono costati molto cari. Un rigore, abbiamo preso un gol alla fine del primo tempo e uno alla fine del secondo. Sappiamo che sarà un’altra partita difficile, dobbiamo essere più concentrati, fare il nostro gioco e uscire a testa alta alla fine della partita”.

Il cambiamento del Milan?
“Alcuni giornalisti italiani mi hanno chiamato a novembre per farmi questa domanda. Io ho detto che secondo me arrivavano con un’altra forma per preparazione di gennaio. È arrivato in una forma diversa perché hanno qualità e una diversa preparazione. Dobbiamo stare concentrati, in Bulgaria abbiamo visto la forza del Milan. Dobbiamo stare concentrati, facciamo il nostro gioco e vediamo il risultato”.

Verona?
“Seguo quando posso tutto il calcio italiano. Mi dispiace per il Verona, è una società che mi piace molto. Spero che il Verona si salvi, sappiamo che sono in una situazione molto delicata ma penso che ce la possano fare e alla fine raggiungeranno la salvezza”.

Dove è nata l'idea di giocare in Bulgaria?
"Stavo giocando in seconda divisione francese, h fatto un buon campionato e mi hanno chiamato i direttori del Ludogorets. Mi hanno dimostrato di essere molto corretti. C’era la possibilità di andare in Champions League, l’anno scorso siamo entrati ed è una bella vetrina per tutti i calciatori. Ho visto le strutture, mi è piaciuto e mi piace molto stare qui”.

Giocare a San Siro?
"È uno stimolo in più, una motivazione. Dobbiamo dare il cento per cento, sappiamo che non sarà facile ma è una motivazione in più”.

Un giocatore del Milan che ti ha impressionato?
"Per me Suso è un calciatore molto forte. Prima della partita abbiamo visto molti video e lui mi ha impressionato di più, come in partita. È un giocatore molto forte”.

Milan in fondo all’Europa League?
“Secondo me si, sono in forma, hanno buoni giocatori. Può arrivare in finale e vincere la coppa”

Futuro in Italia?
“È un calcio che mi piace molto, tornerei volentieri. Adesso devo pensare a fare bene con il Ludogorets”.