Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Carpi, Calabro: "Ternana avversaria tutt'altro che abbordabile"

Carpi, Calabro: "Ternana avversaria tutt'altro che abbordabile"TUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Scialla
mercoledì 28 marzo 2018, 15:342018
di Luca Bargellini

In vista della gara di domani contro la Ternana Antonio Calabro, tecnico del Carpi, ha parlato in conferenza stampa. Ecco le parole pubblicate da ParlandoDiSport: “Domani partita abbordabile? Non sono d’accordo, questo lo si può dire solo dopo se la squadra mette i presupposti di cattiveria agonistica che l’ha contraddistinta finora. Malcore? Quando arriverà il suo turno sicuramente saprà darci quello che ci ha sempre dato. Nzola? Se abbiamo perso 4-0 la colpa non è sicuramente di Nzola. Ha grandi margini di miglioramento e questo ci fa anche arrabbiare perché queste potenzialità incredibili si vedono solo a tratti, ma dobbiamo lavorare sul ragazzo per tirargli fuori quello che ha. Ieri non è stato cacciato dal campo ma si è allontanato lui e la Società prenderà dei provvedimenti. Se pretendiamo molto da lui è perché crediamo molto in lui, ma è un ’96 e cerchiamo di tirargli fuori il massimo per il bene suo e della Società che ha creduto e investito in lui.

La Ternana? E' una squadra che è cambiata molto, contro il Frosinone sono stati la tipica squadra che lotta per non retrocedere, che bada al sodo difendendosi con cinque giocatori e sono molto concreti nell’andare alla ricerca del risultato. La formazione? Devo ancora fare alcune valutazioni. Una o due punte? Anche quando giochiamo con due, una si deve sacrificare sul mediano avversario. Le decisioni che prenderò saranno sempre e solo rivolte al fare risultato. Il malcontento dei tifosi? Leggo poco i social, mi arrivano degli input, sarò poco simpatico ai tifosi ma non mi conoscono veramente nel privato. Sono una persona molto diretta che punta all’obiettivo, tra l’essere simpatico e fare punti preferisco fare punti”.