Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Dg Cittadella: “Sogno la A, Vido di categoria superiore”

Dg Cittadella: “Sogno la A, Vido di categoria superiore”TUTTO mercato WEB
sabato 24 febbraio 2018, 15:002018
di Marco Frattino

“Zona playoff? Per noi è difficile fare previsioni a inizio anno, la salvezza resta sempre il primo obiettivo. Però il gruppo ha continuità da tre anni, riesce a fare cose straordinarie”. Stefano Marchetti, dg del Cittadella, ha così parlato attraverso le frequenze di RMC Sport. Il dirigente del club veneto ha poi proseguito: “L'anno scorso abbiamo ottenuto i playoff, però non abbiamo avuto l'occasione di giocarceli al meglio. C'è rammarico, poi ho proposto la squadra della scorsa stagione con qualche innesto mirato e ci stiamo ripetendo. Sono contentissimo, ovviamente ci speravo a inizio anno ma non c'era nulla di scritto”.

Qual è il punto più alto dell'ultimo anno solare? “Dico i playoff, perché la Coppa Italia è affrontata con determinazione ma sono gare in cui speri di poter fare. Abbiamo battuto Bologna e SPAL, siamo arrivati a giocare a Roma ed è stata una grande soddisfazione. Però il campionato resta unico, aver conquistato i playoff è importantissimo. C'è la gioia di averli conquistati, ma anche il rammarico di non averli giocati come avremmo voluto”.

Quest'anno potrete riconquistarli. “Vogliamo arrivare a quota 50 punti per mettere la salvezza in cassaforte, poi daremo sempre il massimo. La squadra ha qualità per stupire, mi piacerebbe stupire ancora un po' tutti”.

Cosa ne pensa di Vido? “L'anno scorso fu convocato in Nazionale quando giocammo i playoff, viveva un momento di forma incredibile. Siamo stati privati di un calciatore che faceva la differenza, a gennaio c'è stata la possibilità di riportarlo qui. Anche lui aveva il rammarico di non aver completato quanto iniziato. Io e lui vogliamo chiudere il cerchio, adesso sarebbe bello giocarcela fino alla fine con Vido in forma. Ha qualità importanti, tecnicamente ha colpi da categoria superiore. Dopo l'annata al Cittadella, l'Atalanta ha puntato su di lui”.

E' più facile vedere Marchetti in A col Cittadella oppure con un altro club? “E' una bella domanda, ho avuto più volte l'occasione di poter scegliere. Però io sono da 18 anni al Cittadella, il mio sogno sarebbe andare in A con questo club. Sarebbe un miracolo, un obiettivo difficilissimo da raggiungere. Però sono quelle sfide che a me piacciono, spero di andare in A col Cittadella ma non chiudo le porte a nessuna opportunità. La Serie A resta la Serie A”.