Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Duvan Zapata, 8 gol nelle ultime 6 partite: e solo una vittoria

Duvan Zapata, 8 gol nelle ultime 6 partite: e solo una vittoriaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 26 dicembre 2018, 17:452018
di Andrea Losapio

Duvan Zapata è in un momento straordinario. Otto gol in sei partite, una posizione da dominatore nei confronti con i difensori avversari, giocate da grande centravanti. Insomma, il dioscuro di quello visto a inizio stagione, goffo e incapace di tenere il pallone, a tratti elefantiaco. Probabile che l'esplosione coincida poi con l'inserimento alla perfezione nell'ingranaggio (e negli allenamenti) di Gian Piero Gasperini. Finora è l'unico, dei tre acquisti estivi, a giocare con continuità, con Pasalic e Rigoni che rischiano addirittura il taglio - il primo sostituito dopo poco più di un'ora, l'argentino neanche convocato - e non hanno dato, finora, un grande apporto alla causa.

Il problema dell'Atalanta, però, è che subisce sempre gol. Spesso anche più di uno, pur segnando praticamente a ogni partita. Tre con il Genoa, due con la Juventus, tre con l'Empoli, due con il Napoli e uno con l'Udinese. L'unica gara finita a 0 da parte degli avversari, negli ultimi otto incontri, è solo quella con la Lazio, con gol annullato per fuorigioco ad Acerbi, all'ultimo minuto. Insomma, se l'Atalanta vuole arrivare all'Europa - anche quella che conta - deve registrare la difesa. Certo, oggi c'erano Djimsiti, Mancini e Masiello, di fatto due riserve su tre. Ma non può essere l'alibi.