Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Mercato, si cambia! Branchini: "Sessione di riparazione e jolly"

ESCLUSIVA TMW - Mercato, si cambia! Branchini: "Sessione di riparazione e jolly"TUTTO mercato WEB
© foto di Emiliano Crespi
venerdì 16 febbraio 2018, 19:042018
di Lorenzo Marucci

Giovanni Branchini, manager di grande esperienza, accoglie con soddisfazione le idee della Fifa per rivoluzionare il mondo del calcio. Da tempo si parla delle soluzioni per modificare e migliorare questo sport e adesso Infantino sembra procedere con passo spedito: "In effetti sono cose che dicevamo da tempo - spiega Branchini a Tuttomercatoweb.com - e sono felice che tutto sia balzato agli occhi di chi dovrebbe avere come primo interesse le regole e deve gestire il pianeta calcio. Che il mercato debba essere ridotto, è un'idea condivisa".

Che pensa dell'idea di porre un limite al numero dei tesserati delle squadre?
"Se questo va di pari passo con la riduzione del numero di gare che vengono giocate per finalità politiche o di lucro potrebbe andar bene, altrimenti è difficile diminuire il numero dei giocatori in rosa".

Tornando al mercato, come dovrebbe essere strutturato?
"Credo che anzichè a gennaio potrebbe andar bene inserirlo dopo un terzo di campionato. Dovrebbe avvenire in un momento che consenta al nuovo giocatore di integrarsi e di poter dare poi dei benefici alla squadra. Soprattutto, se il calciatore arriva da un altro continente ha bisogno di tempo per ambientarsi. Riprenderei dunque la vecchia idea del mercato di riparazione, da fare a bocce ferme, magari durante una pausa della nazionale. Aggiungo anche un'altra cosa di cui nessuno parla: darei la possibilità ad ogni squadra di avere un jolly, da giocarsi fino al trenta marzo o al quindici aprile perchè può verificarsi un infortunio o un grave problema familiare per un calciatore e allora posso provare a rimpiazzarlo. Con un solo jolly non ci sarebbe il rischio di speculazioni".

Si parla poi dell'idea di porre un limite alle commissioni per gli agenti...
"Sorrido quando si parla di commissioni pagate agli agenti. Se guardiamo agli sport americani lì a quanto ammontano? Il fenomeno calcio è paragonabile all'NBA o all'NFL. Comunque, tutto ciò che è regolamentazione è ben visto purchè non ci sia demagogia e che le regole siano fatte sapendo di cosa si parla. Ciò che va ricercata è anche la trasparenza delle cose. E per far questo è necessario che gli enti che governano facciano... la fatica di governare".

© Riproduzione riservata