Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

FA Cup, 5° turno - United ok, Tottenham al replay. Stasera il City

FA Cup, 5° turno - United ok, Tottenham al replay. Stasera il City
© foto di TUTTOmercatoWEB.com
lunedì 19 febbraio 2018, 07:452018
di Mattia Zangari

Più che FA Cup sembra la Premier League Cup. Questo il verdetto emesso dopo il quinto turno della competizione più antica del mondo, dove il semaforo verde è arrivato esclusivamente per le squadre della massima serie inglese. Nessun'altra categoria è stata ammessa ai quarti di finale, al massimo resta una serata di gloria sotto l'arco di Wembley per il Rochdale, eroico nel portare il Tottenham al replay dopo averlo riacciuffato al terzo minuto di recupero sul 2-2. Speranza prolungata nel tempo anche per lo Sheffield Wednesday, che dovrà andare a giocarsi le sue possibilità di qualificazione in Galles in conseguenza dello zero a zero interno con lo Swansea.
Avanti senza particolari problemi le altre squadre favorite: nella giornata di apertura, di venerdì, il Leicester City si è fatto bastare l'1-0 con lo Sheffield United, mentre il Chelsea ha esagerato prendendo a pallonate l'Hull City grazie alla doppietta di Willian, il gol di Pedro e alla prima gioia in maglia Blues per Giroud.
Sabato, il Brighton si è sbarazzato senza problemi del Coventry City, rifilandogli tre reti nel giro di un'ora e concedendogli giusto il gol della bandiera; al The Hawhtorns, lo scontro 'pari peso' tra squadre abitanti della relegation zone è andato al Southampton, vittorioso sul Wba per 2-1.


Due segnature, entrambe con la griffe di Lukaku, hanno consentito al Manchester United di avere la meglio sull'Huddersfield e sul Var, che ha tolto la gioia a Mata provocando l'ira di José Mourinho: “Invece di improvvisare dovrebbero applicare ciò che è scritto nei protocolli e cioè che il Var deve intervenire quando le immagini dimostrano una situazione chiara ed evidente. In questo caso vi sembra sia così?”, ha tuonato lo Special One. Al quale, è indubbio, non sarà piaciuto il messaggio casualmente canzonatorio comparso sui maxi-schermi del John Smith’s Stadium appena dopo l'episodio incriminato: “L’obiettivo del Var non è raggiungere il 100% di sicurezza, ma quello di scongiurare gli errori evidenti”.
Nessun ricorso alla tecnologia a Spotland, lo stadio espugnato dal Tottenham grazie al imposto al Rochdale. Chiude il programma la testa di serie numero uno del tabellone, il Manchester City di Pep Guardiola, talmente favorito in tutti i pronostici dallo spingere Paul Cook, manager del Wigan, a chiedere scherzosamente alla Federazione inglese di poter giocare in 14 contro 11.