Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fidelis Andria, Longo: "Valiamo molto più dei playout"

Fidelis Andria, Longo: "Valiamo molto più dei playout"TUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Scialla
giovedì 15 febbraio 2018, 23:502018
di Daniel Uccellieri
fonte TuttoC.com

È stato uno degli acquisti più interessanti del mercato di gennaio da parte della Fidelis Andria. Parliamo di Lorenzo Longo, esterno d'attacco classe '93 che vanta già una lunga esperienza tra i professionisti con le maglie di Ischia, Matera, Paganese, Melfi e Akragas. TuttoC.com ha intervistato in esclusiva il prospetto offensivo federiciano per carpirne le prime impressioni.

20 giorni ad Andria: come va?
"Molto bene. Sono arrivato in una piazza blasonata che vanta una tifoseria importante. Sono felice di aver fatto questa scelta. Speriamo di conquistare la salvezza in maniera diretta, anche perché la rosa vale molto più dell'attuale posizione playout".

Dopo un anno e mezzo hai salutato la Sicilia e, in particolare, Agrigento.
"Sarò sempre grato all'Akragas perché mi ha fatto crescere come giocatore e come uomo. Un grazie di cuore va a mister Di Napoli sia come persona che come allenatore, è tra i migliori in circolazione. In Sicilia ho incontrato gente meravigliosa, Agrigento rimarrà nel mio cuore. Quest'anno, purtroppo, la testa non era mai rivolta solamente alla salvezza, c'erano e ci sono altri problemi. Dover giocare a Siracusa le gare interne e le altalenanti vicende societarie non ci hanno permesso di concentrarci al meglio. Per questo mi piacerebbe tantissimo festeggiare la salvezza dell'Andria insieme a quella dell'Akragas".

Settimana di pausa, poi tre scontri salvezza diretti con Paganese, Reggina e Racing Fondi.
"Pensiamo solo ed esclusivamente agli azzurrostellati, si tratta di una delle partite più importanti della stagione. Bisogna portare a casa punti preziosi, così come dovremo fare anche in seguito. Però dobbiamo pensare una gara per volta perché a Pagani sarà veramente molto importante far punti. Anche perché in questo campionato non ci sono squadre cuscinetto, nemmeno l'Akragas in fondo alla classifica perché gioca un buon calcio".

Lecce, Catania o Trapani: chi sale in B?
"Da sportivo e da barese dico Lecce: ha qualcosa in più rispetto alle altre, è l'anno giusto per tornare in Serie B".

A livello personale qual è la tua speranza?
"Riuscire a giocare con più personalità e segnare qualche gol in più, anche se prediligo fare assist. Inoltre mi piacerebbe veramente, la prossima stagione, poter lottare con la Fidelis per obiettivi più importanti di una salvezza, perché questa piazza se lo merita".