Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Grande sfida Mou-Neymar. La difesa United alla prova contro Mbappè

Grande sfida Mou-Neymar. La difesa United alla prova contro MbappèTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
lunedì 17 dicembre 2018, 13:302018
di Simone Lorini

Tempi duri per la parte rossa di Manchester. I vicini chiassosi del City stanno prendendosi le proprie rivincite, mai in Europa ma quasi imbattibili nei confini d'Albione, al di là della rivalità attuale con il Liverpool. José Mourinho pare aver perso il timone di una squadra che negli ultimi anni ha investito più di tutte, prendendo (e pagando) giocatori cifre ai limiti del surreale, senza però trovare il jolly dal mazzo. Manca qualcosa ai Red Devils, probabilmente a partire da un allenatore che non ha più la barra di comando.

Possiamo dividere il calciomercato moderno in due ere: prima di Neymar al Paris Saint-Germain e dopo. E' evidente dunque che le aspettative sul rendimento della formazione parigina ci siano enormi aspettative anche riguardo la massima competizione continentale, specie se in Francia spesso e volentieri il campionato può considerarsi chiuso a febbraio. Dopo aver superato il girone dunque, ora per il PSG inizia il difficile: superare tensioni e aspettative che l'arrivo di Buffon in porta non ha certamente smorzato.

Il percorso in Europa del Manchester United
La vittoria di Torino fa la differenza fra un fallimento e la qualificazione agli ottavi, in una gara dove Mourinho è stato comunque in difficoltà per gran parte del match, trovando però il modo di impattare e poi rovesciare un canovaccio che sembrava destinato a vederlo soccombere. Anche il gol al 91' di Fellaini a Berna ha salvato lo United da un epilogo quasi da tregenda.

Young Boys-Manchester United 0-3
Manchester United-Valencia 0-0
Manchester United-Juventus 0-1
Juventus-Manchester United 1-2
Manchester United-Young Boys 1-0
Valencia-Manchester United 2-1

Il percorso in Europa del PSG
Il girone più incerto dell'intera Champions si è deciso all'ultima giornata e con quattro squadre in corsa per gli ottavi, per il PSG a Belgrado: chi se lo sarebbe aspettato alzi la mano. Alla fine i parigini l'hanno spuntata in particolare grazie alle due vittorie sulla Stella Rossa (né Napoli né tanto meno Liverpool ci sono riuscite) e soprattutto grazie al successo casalingo contro il Liverpoool. Doppio pari contro il Napoli, particolarmente indigesto a Buffon e compagni.

Liverpool-PSG 3-2
PSG-Stella Rossa 6-1
PSG-Napoli 2-2
Napoli-PSG 1-1
PSG-Liverpool 2-1
Stella Rossa-PSG 1-4

La stella del Manchester United - Paul Pogba
Più di cento milioni di euro per il suo arrivo, di cui 27 finiti nelle tasche del suo procuratore Mino Raiola, il centrocampista francese è diventato campione del Mondo in estate, ma oramai ha deciso che la sua esperienza allo United è finita. Rimarrà fino al prossimo giugno, perché imbastire un'operazione del genere in poco meno di 20 giorni è difficile pure per il vulcanico procuratore, ma a 25 anni Pogba deve decidere cosa diventare da grande. Se ottimo gregario oppure dominatore: per ora lo è stato solo a fasi alterne.

La stella del PSG - Neymar
Ha scelto la Ligue 1, ma sopratutto il PSG, per uscire dall'ombra di Messi e dalla grandezza del Barcellona, con tutte le intenzioni di costruirsi una reputazione mondiale pari se non superiore a quella dell'argentino. Per ora i risultati sono scarsini e le voci di mercato tendenti all'infinito, ma questa edizione Champions è una grande occasione per rifarsi. E se l'anno prossimo il ruolo di stella appartenesse ad un compagno?

L'undici tipo del Manchester United
Mourinho alterna il 4-3-3 a un più spregiudicato 4-2-3-1, tutto sulla falsariga del modulo che lo ha portato a vincere tutto più volte. De Gea in porta è la sicurezza, Young è stato adattato al ruolo di terzino, Fred - tanti i milioni spesi per lui in estate - fa l'alternativa.
De Gea; Young, Smalling, Lindelof, Shaw; Herrera, Matic, Pogba; Lingard, Lukaku, Martial.

L'undici tipo del PSG
Tanta scelta in difesa, molta meno a centrocampo: Rabiot a gennaio non può assolutamente partire, perché le alternative si chiamano Nkunku e Lassana Diarra. Stesso discorso davanti, dove comunque si può spostare Di Maria e i giovani Weah e Diaby hanno dato qualche certezza in più.
Buffon; Dani Alves, Thiago Silva, Kimpembe, Bernat; Rabiot, Verratti, Di Maria; Mbappè, Cavani, Neymar.

Percentuali passaggio del turno: Manchester United 40% - PSG 60%