Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Russia 2018 - Arabia Saudita, paese di Erasmus. In Spagna

Russia 2018 - Arabia Saudita, paese di Erasmus. In SpagnaTUTTO mercato WEB
© foto di Arsen Galstyan-Adidas Football
mercoledì 28 marzo 2018, 10:002018
di Andrea Losapio

Dal gol di Al Owairan sono passati ormai 24 anni. Dalle parate di Al Deayea in realtà "solo" 12. L'Arabia Saudita ritorna al Mondiale dopo avere bucato due edizioni, quelle di Sudafrica e Brasile, pareggiando nel 2006 contro la Tunisia per l'ultimo punto guadagnato alla rassegna iridata.

Inserita nel girone A con Russia, Egitto e Uruguay, replicare il risultato di Germania 2006 potrebbe essere già una vittoria. L'esordio, peraltro, sarà nella giornata inaugurale del torneo, contro la Russia padrona di casa.

L'ALLENATORE - Juan Antonio Pizzi - Dopo la grande soddisfazione della Copa America Centenario strappata all'Argentina - per la seconda volta in due anni, ai rigori, il tecnico argentino è stato incredibilmente autore di un Cilenazo: la generazione d'oro della nazionale è stata esclusa dal Mondiale a causa delle sconfitte con Paraguay e Bolivia, ma Pizzi ha comunque trovato la sua strada per essere presente in Russia, con l'Arabia Saudita. Gioca con il 4-3-3 e con varianti sul tema, ma guida la nazionale più povera del torneo e probabilmente è più semplice pensare a un 4-3-3.

LA STELLA - Salem Al Dossari - Gioca nel Villarreal, è un esterno d'attacco veloce e dotato tecnicamente. Però dire che sia un pericolo per gli altri è un esercizio di stile improvido. Basti pensare che nove giocatori sauditi sono stati spediti in "stage" dalla federcalcio araba nella Liga spagnola, nessuno di quelli finiti nella massima serie iberica hanno esordito, tra Levante, Leganes e appunto Villarreal.

IL PERCORSO -
Arabia Saudita-Palestina 3-2
Arabia Saudita-Timor Est 7-0
Malesia-Arabia Saudita 0-3
Arabia Saudita- UAE 2-1
Palestina-Arabia Saudita 0-0
Timor Est-Arabia Saudita 0-10
Arabia Saudita-Malesia 2-0
UAE-Arabia Saudita 1-1
Arabia Saudita-Thailandia 1-0
Iraq-Arabia Saudita 1-2
Arabia Saudita-Australia 2-2
Arabia Saudita-UAE 3-0
Giappone-Arabia Saudita 2-1
Thailandia-Arabia Saudita 0-3
Arabia Saudita-Iraq 1-0
Australia-Arabia Saudita 3-2
UAE-Arabia Saudita 2-1
Arabia Saudita-Giappone 1-0

POSIZIONE - 32.

OBIETTIVO - Limitare i danni.

AVVERSARI - Russia, Egitto, Uruguay.

FORMAZIONE (4-3-3) Al Qarni; Al-Shahrani, Hawsawi, Fallatah, Al-Harbi; Al-Faraj, Al-Khabiri; Asiri, Al-Dossari, Al-Mowalad, Al-Sahlawi.