Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il solidità verdeoro, la difesa tedesca – I Top&Flop di Germania-Brasile

Il solidità verdeoro, la difesa tedesca – I Top&Flop di Germania-BrasileTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
martedì 27 marzo 2018, 22:532018
di Patrick Iannarelli
Risultato finale: Germania-Brasile 0-1.

I TOP

Il centrocampo del Brasile – Solidità e qualità. Il centrocampo verdeoro è praticamente perfetto e ringhia su ogni pallone. In diverse occasioni Casemiro ha recuperato palla sulla trequarti, non lasciando il tempo di impostare alla Germania. Un’aggressività che potrebbe far comodo: bene anche Paulinho e Fernandinho, un centrocampo con queste qualità è molto difficile da trovare in giro per il mondo.

Le giocate di Goretzka – Uno dei più propositivi in casa Germania. Tra le linee non dà punti di riferimento ed è praticamente devastante. I palloni pericolosi arrivano tutti dai suoi piedi, si fa tutto il campo e non si ferma mai. Un trequartista così, al mondiale, potrebbe essere il jolly decisivo.

La solidità del Brasile – La nazionale verdeoro ci ha sempre abituati a grandi partite, con tanti gol fatti. Ma anche qualche disattenzione difensive. Tite ha ridisegnato la squadra, dando quel giusto equilibrio in difesa. Nessuna sbavatura, molti palloni allontanati. Ancora una dimostrazione di forza da parte del pacchetto arretrato dei brasiliani.

I FLOP

La difesa “horror” tedesca – Questa volta i ruoli si sono invertiti. Di solito sono i tedeschi a non avere problemi di solidità, ma questa volta la coppia Rudiger-Boateng ha deluso moltissimo. Interventi sbagliati, lentezza nell’uscita palla al piede. Ma anche tante disattenzioni: per poter difendere il titolo in Russia serve una maggiore concentrazione nelle retrovie.

L’atteggiamento dei padroni di casa – Possesso palla lento, sterile, poche occasioni da gol. Non è questa la Germania che abbiamo visto fino a questo momento. Nessuna iniziativa, qualche giocata soltanto nel finale. Durante il match non ci sono stati molti tiri verso la porta, ma soltanto qualche conclusione sballata nel finale. Era un’amichevole, ma bisogna interpretarla in modo totalmente diverso.

La giornata no di Coutinho – Il cambio di maglia a gennaio non ha sicuramente giovato, ma oggi Coutinho non è entrato mai in partita. Doveva fare la differenza, soprattutto in un test match come questo. Ma l’ex Liverpool non è riuscito ad impensierire la difesa della Germania. Giocate prevedibili, poche occasioni da gol. E tanti tiri sbagliati, per non parlare dei palloni persi.