Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter sprecona, il copione non cambia. Ma il Natale non è un alibi

Inter sprecona, il copione non cambia. Ma il Natale non è un alibiTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 22 dicembre 2018, 20:462018
di Giacomo Iacobellis

Il Natale in arrivo non può essere una scusa, l'Inter di Spalletti a Verona aveva l'obbligo di vincere la partita. Eppure, nonostante il risultato a favore per più di un tempo, al triplice fischio finale i nerazzurri sono stati costretti ancora una volta a spartirsi la posta in palio con gli avversari. Un copione già visto e rivisto, nella stagione passata così come in questa, che evidenzia lo scarso cinismo, cattiveria e forse anche mentalità della Beneamata.

"Ci si rimane male se il risultato è questo, e mi dispiace. Avremmo meritato di vincere visto l'atteggiamento e l'impegno, ma sotto l'aspetto caratteriale non riusciamo a essere cattivi ed esecutivi per quello che dovrebbe essere l'atteggiamento. Quando andiamo in vantaggio, dovremmo sfruttare tutta la nostra qualità per prenderlo e portarlo a casa", questa la lettura a fine gara di mister Spalletti. Il messaggio è chiaro: l'Inter ha un problema e il problema, per compiere il tanto atteso grande salto, va risolto al più presto.

Ma la soluzione, se non dal mercato, può arrivare solamente dalla panchina. Se i cambi del Chievo oggi hanno infatti cambiato la partita in positivo, lo stesso non si può certo dire su quelli dell'Inter: Vecino, Lautaro Martinez e, parzialmente, anche Borja Valero. Dalle sostituzioni non sono arrivate la forza fresca e la lucidità per sferrare il colpo del ko ai gialloblù. Un'attitudine mentale e caratteriale da studiare, analizzare ed eliminare.