Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Fiorentina, Pioli: "Non possiamo essere soddisfatti della classifica"

LIVE TMW - Fiorentina, Pioli: "Non possiamo essere soddisfatti della classifica"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 24 febbraio 2018, 13:532018
di Tommaso Bonan
Premi F5 per aggiornare la pagina!

Vigilia di campionato per la Fiorentina, attesa domani dalla gara del Franchi contro il Chievo Verona. A prendere la parola in conferenza stampa è il tecnico viola, Stefano Pioli. Segui il LIVE di TuttoMercatoWeb:

Sullo scarso utilizzo di Lo Faso: "Ho tanti giocatori, ma ne posso utilizzare solo quattordici a partita. Quelli che uso meno è perché evidentemente mi hanno dato meno garanzie".

Sul presente viola: "Si parla troppo del futuro e del passato, ma importante è il presente. Questi sono mesi decisivi che determineranno la bontà del nostro progetto. Non possiamo essere soddisfatti della nostra classifica e abbiamo la possibilità di migliorare. Inutile fare confronti col passato, questa è una nuova Fiorentina. Le voci non mi danno fastidio, io lavoro per fare il miglior presente e porre le basi per il futuro. E' normale ascoltare le critiche all'allenatore, ma io punto a lavorare al meglio con i miei giocatori".

Sul Chievo: "Le difficoltà ci sono, perché il Chievo è una squadra molto esperta, che ha recuprato giocatori importanti. Dovremo avere molta precisioni tecnica, questo farà la differenza".

Sui numeri al Franchi: "Ci manca la vittoria, ma faremo di tutto per ottenerla domani. Bisogna anche rimediare alla brutta sconfitta della partita di andata".

Sulla possibilità di vedere Falcinelli assieme a Simeone: "La cosa più importante è che la squadra continui a creare occasioni da gol In settimana ho provato altre situazioni, da alcune ho avuto certezze, da altre meno. Chiesa? Bisogna sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori e avere equilibrio".

Su Saponara: "L'allenatore fa delle scelte. Ha sempre avuto dei contrattempi che non gli hanno fatto raggiungere la condizione. Quando riterrò che sarà il suo momento, giocherà anche lui. Devo fare delle scelte, quando darà delle garanzie in più rispetto ad altri compagni di squadra allora lo prenderò in considerazione".

Sulla proprietà della Fiorentina: "La proprietà continua a ripetermi che la squadra verrà rinforzata per permettere alla Fiorentina di tornare a lottare per le posizione che le competono".

Sulle motivazioni da dare ai giocatori: "Se non le avessimo, vuol dire che avremmo sbagliato tutto. I giocatori hanno dei valori morali, e ci mancherebbe che fino alla fine della stagione non avessimo motivazioni: vestiamo una maglia storica, vogliamo tornare a vincere, non ci piace la classifica e sappiamo che ci stiamo giocando tanto dell'attuale stagione e del futuro. Io se voglio essere positivo: ditemi se la squadra non ha giocato con spirito nelle ultime tre partite. E' quello che mi aspetto domani. Squadre che fanno più punti dell'andata ce ne sono poche, ma domani abbiamo la possibilità di avere qualche punto in più del girone d'andata. Dentro questa stagione c'è tanto, c'è da dover determinare degli obiettivi importanti in ottica futura".

Sull'assenza di Badelj: "Le regole sono le stesse per tutti. Poi ogni giocatore ha le sue caratteristiche. Ce ne sono tre per poter giocare lì: Dabo, Cristofoto o Veretout, ma valuterò domani. Dobbiamo creare le situazioni migliori per essere pericolosi in avanti".

Sui convocati in Nazionale per lo stage (Biraghi, Chiesa e Benassi): "Se lo sono meritato. Possono e devono dare di più, ma la convocazione potrà far bene loro per arricchire il bagaglio di esperienza".

Sul neo arrivato Vlahovic: "Che i ragazzi giovani facciano dichiarazioni importanti (Batistuta, ndr) è normale. In ogni caso dovrò conoscerlo e ci vorrà tempo".

Sull'egoismo di qualche giocatore in campo: "Noi ci arrabbiamo molto perché ultimamente non riusciamo a sfruttare le azioni che creiamo. Secondo me si tratta di poca lucidità, non di egoismo. Sono queste le cose che dobbiamo migliorare, perché non avendo tanti giocatori che fanno l'uno contro uno dobbiamo creare e concretizzare di più".

Termina la conferenza stampa di Stefano Pioli.