Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, Gattuso su Higuain: "Abbiamo fatto come Lino Banfi e Aristoteles"

Milan, Gattuso su Higuain: "Abbiamo fatto come Lino Banfi e Aristoteles"TUTTO mercato WEB
© foto di Insidefoto/Image Sport
sabato 29 dicembre 2018, 23:082018
di Simone Lorini

Il Milan torna al successo a San Siro battendo la SPAL per 2-1 grazie anche al ritorno al gol di Higuain. Questa l'analisi a caldo di Gennaro Gattuso ai microfoni di Sky: "Il 2019 non parte benissimo, ci mancherà uno dei giocatori più importanti a Doha, quindi la sfortuna continua ma non cerchiamo alibi. Siamo stati bravi a reagire e dei polli a non chiuderla".

Sei più sereno dopo questo successo e dopo le parole di Maldini e Leonardo?
"Quando uno fa l'allenatore la parola sereno non esiste, forse Allegri che ha 20 punti di vantaggio ogni anno, gli altri sono tutti in discussione. Con Leoardo, Maldini e Gazidis si parla con grande onestà, a volte abbiamo vedute diverse ma la squadra è viva, quando giocavamo 4-3-3 avevamo una identità e poi abbiamo cambiato ma possiamo dire la nostra fino in primavera, dobbiamo rimanere attaccati al carro Champions".

L'abbraccio tuo con Higuain: ce lo racconti?
"Abbiamo fatto come Lino Banfi ed Aristoteles, mi è toccato fare anche quello. Dopo l'espulsione con la Juve ha preso una piccola mazzata e speriamo che non si dia più martellate nelle parti basse. E' un giocatore che non sbaglia mai quando ha occasioni, quest'anno invece sì e lui lo sa".

Higuain non vive tutto con eccessiva emotività?
"Quando sei abituato a fare 20 gol a stagione da dieci anni è difficile, ha vissuto questo momento come un peso. Se sei abituato a sbagliare poco, il momento lo ha pagato".

Il tuo Milan ha giocato alla grande ad inizio stagione, mentre ora si è visto il cuore.
"Quando ti vengono a mancare giocatori come Bonaventura e Biglia perdi qualcosa, coi due attaccanti facciamo fatica e vedere passaggi di facile lettura non mi piace. Voglio sfruttare Suso e a volte ci sono venuti a mancare gli interpreti del nostro gioco, che nei tredici mesi scorsi a tratti lo facevamo a memoria".

In Spagna danno Muriel per fatto, può giocare sull'esterno?
"Lo può fare, bisogna fargli attaccare la porta, può fare la seconda punta ma anche la prima. Non so se l'abbiamo preso, ma ne abbiamo parlato".