Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, passeggiata in Europa. Ora il trittico da paura

Milan, passeggiata in Europa. Ora il trittico da pauraTUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
venerdì 23 febbraio 2018, 08:152018
di Antonio Vitiello

Il Milan ieri in casa contro il Ludogorets ha sostenuto poco più di un test amichevole, il risultato dell’andata aveva nettamente condizionato il passaggio del turno e la gara di San Siro è stata pura formalità per i ragazzi di Gattuso. I riflettori erano puntati su Andrè Silva ma il portoghese non ha brillato, ancora una volta, mentre a conquistare la palma di “man of the match” è stato Fabio Borini, autore dell’unico gol. L’esterno rossonero è andato a segno per la terza volta di fila nelle ultime tre partite, ed è stato elogiato molto dall’allenatore a fine partita. Probabilmente ci si aspettava qualcosa in più da chi sta giocando meno, in primis Andrè Silva ma anche Manuel Locatelli, invece hanno disputato una buona gara Montolivo, Zapata e Cutrone, oltre al solito Romagnoli, cresciuto tantissimo con la gestione Gattuso.

Per il Milan è stato fondamentale far riposare i titolari in vista della settimana più importante dell’anno. Nel giro di sette giorni i rossoneri dovranno affrontare Roma, Lazio e Inter. Tre big match in cui sarà indispensabile il massimo della concentrazione per continuare la rincorsa in campionato e soprattutto accedere alla finale di Coppa Italia. Oggi alle 13 ci sarà il sorteggio di Europa League, il Milan spera di affrontare un avversario morbido per continuare nella corsa europea, ma per il momento il pensiero della coppa verrà accantonato. Nella testa dei giocatori ci saranno questi tre big match in cui si misurerà lo stato di forma del Milan e la forza mentale del gruppo. I rossoneri dovranno essere bravi a ricaricare le energie e giocare ogni tre giorni su livelli molto alti per mettere in difficoltà tre formazioni che attualmente sono più avanti in classifica.