Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Napoli, cala la percentuale realizzativa: la sosta in soccorso del tridente

Napoli, cala la percentuale realizzativa: la sosta in soccorso del tridenteTUTTO mercato WEB
© foto di Insidefoto/Image Sport
lunedì 26 marzo 2018, 08:452018
di Antonio Gaito

Un solo gol realizzato nelle ultime due giornate è - per una squadra come il Napoli - un dato sicuramente particolare. La squadra di Sarri è apparsa appannata proprio nel punto di forza degli ultimi anni, il tridente leggero, e già nel ko con la Roma era apparso poco lucido: emblematico il dato sulla concretizzazione con i due gol realizzati su ventisei tiri, a fronte dei quattro dei giallorossi su nove tentativi. E col Genoa sono serviti altri sedici tentativi e due pali prima di sbloccarla. Una situazione fisiologica, considerando l'usura a cui sono sottoposti i tre attaccanti, sovra-utilizzati e che poi si sono ritrovati senza alternative con l'infortunio di Milik (che nelle idee del club avrebbe permesso a Mertens di rifiatare, ma anche ad Insigne con lo spostamento del belga a sinistra).

La sfida del Napoli in questa corsa Scudetto sarà proprio di tornare a segnare come ha abituato in questi anni, alzando la percentuale di concretizzazione. L'unico dato negativo infatti rispetto all'anno scorso è proprio sui gol fatti e la sosta potrebbe riconsegnare a Sarri un tridente più lucido, poi i gol saranno una conseguenza per l'enorme mole di gioco prodotta: il Napoli ha una media di 17,5 tiri per gara ed è primo in Italia (e quinto in Europa) con 375 occasioni create (contro le 281 della Juventus) e 404 tiri totali (contro i 329 della Juventus). Dal punto di vista difensivo, invece, Sarri è riuscito a portare la stessa linea ad un'ulteriore crescita (-13 gol rispetto all'anno scorso comunque molto positivo) con 7,7 tiri subiti di media a partita, come la Juventus, sotto solo a City e Liverpool in Europa.