Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Parma, D'Aversa: "Serve una svolta. Esonero? Sento la fiducia del club"

Parma, D'Aversa: "Serve una svolta. Esonero? Sento la fiducia del club"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
giovedì 22 febbraio 2018, 19:232018
di Tommaso Maschio

Il tecnico del Parma Roberto D'Aversa ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida di domani contro il Venezia in cui i ducali devono invertire la rotta dopo le brutte prove contro Perugia ed Empoli: “Non ci saranno Munari, Ciciretti, Di Gaudio e Mazzocchi, ma gli altri sono tutti convocati. Sotto l'aspetto fisico non ci sono problematiche, al momento il problema è l'aspetto mentale e l'unica medicina è il fare risultato. Tifosi? Abbiamo avuto un confronto e ci siamo detti di fare un passo per volta per uscire da questa situazione, alla curva abbiamo chiesto compattezza nei momenti di difficoltà, cosa che comunque non è mai mancata, serve il supporto del pubblico ora più che mai, anche perché battendo il Venezia guadagneremo sicuramente una posizione. Loro sono una squadra di categoria, con buoni giocatori che esprime un buon calcio. Sarà un match combattuto, dove bisognerà vincere i duelli e i contrasti perché non ci concederanno profondità né spazi. Ovviamente ora si vede tutto nero, mancano alcune certezze. Chiedo ai giocatori di pensare solo ed esclusivamente alla partita di domani e buttare tutte le nostre energie contro i lagunari.

- continua D'Aversa come riporta Parmalive.com - Meteo? Il campo è coperto, le scelte verranno fatte in base alle condizioni psico-fisiche migliori. Le condizioni del terreno di gioco non saranno idilliache, quando uno mette giù la formazione pensa un po' a tutto. Io a rischio? La società mi ha sempre fatto sentire la sua vicinanza e fiducia. Faccio un mestiere in cui quotidianamente bisogna sentirsi in discussione. Della mia panchina se ne parla sin dalla partita di Cremona, non mi faccio distrarre da queste situazioni, ma penso solo a migliorare certe problematiche. Mi interessa solo che le critiche arrivino a me e non alla squadra".