Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Parma, D'Aversa: "Siamo fastidiosi in trasferta. Oggi vittoria del gruppo"

Parma, D'Aversa: "Siamo fastidiosi in trasferta. Oggi vittoria del gruppo"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
mercoledì 26 dicembre 2018, 17:242018
di Dimitri Conti

Roberto D'Aversa, allenatore del Parma, ha così commentato la vittoria dei ducali in casa della Fiorentina ai microfoni di Sky Sport: "La partita non è stata semplice. Tecnicamente la Fiorentina aveva qualcosa in più e volevamo metterla su dinamismo, intensità e voglia di vincere i duelli. Avere tre attaccanti che si dannano l'anima e poi vengano premiati dal gol di Inglese significa la vittoria del gruppo, di grandi uomini. Hanno uno spessore umano superiore alla media. Ad inizio campionato non mi aspettavo di essere quassù ma merito a questi ragazzi: hanno interpretato ogni partita con l'umiltà di chi si vuol salvare ma anche con la voglia di vincere. Stiamo facendo particolarmente bene fuori casa, lì siamo fastidiosi. Inglese è un giocatore forte, così come Gervinho o Bruno Alves che oggi non c'era. Sono arrivati tutti qua motivati e con loro ci sono tanti giocatori nuovi nella categoria ed anche loro hanno trovato grandi motivazioni.

Quello conta anche nella vita. L'abbiamo preparata nella maniera perfetta col mio staff, limitando le loro qualità. Bravi i ragazzi per la volontà di fare risultato a tutti i costi. Non ci scordiamo dove eravamo qualche anno fa, in Serie D. La bravura nella società nell'affrontare il mercato non è stata molto chiacchierata. Preferisco però parlare poco e raggiungere gli obiettivi. Il merito va condiviso con i ragazzi: senza materia prima nessun allenatore può fare qualcosa".