Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Ponciroli: "Spalletti deve far coesistere Icardi e Lautaro"

Ponciroli: "Spalletti deve far coesistere Icardi e Lautaro"TUTTO mercato WEB
mercoledì 26 dicembre 2018, 22:532018
di RMCSport Redazione

Fabrizio Ponciroli, direttore di Calcio 2000, a RMC Sport Live Show ha parlato dopo la vittoria dell'Inter sul Napoli: "Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto poi nel finale è successo di tutto. L'Inter ha avuto quella splendida occasione che Martinez ha tramutato in oro".

Come giudichi le espulsioni di Koulibaly e Insigne?
"Koulibaly il rosso ci sta perché applaude Mazzoleni e gli dice bravo. Non era indirizzato verso quei vergognosi cori contro il giocatore. Insigne, se fossi stato Mazzoleni avrei espulso sia Insigne sia Keita perché si stavano prendendo già da qualche minuto".

Ora Lautaro avrà più spazio nell'Inter?
"Sono mesi che spingo per vedere di più Lautaro. Sono felicissimo per questo gol pesante. Adesso Spalletti è nei guai perché uno come Martinez deve giocare. Spalletti deve trovare il modo di farlo giocare con Icardi".

La Juventus a Bergamo com'è stata?
"Ho visto una squadra stanca e il Napoli ha perso un'occasione d'oro per avvicinarsi. Per il Napoli è stato un brutto colpo anche perderà sia Insigne sia Koulibaly. Il Napoli da questa partita esce con tanti problemi".

La giornata degli arbitri?
"Non è stata una grandissima idea mettere Mazzoleni in Inter-Napoli. In più c'è un nervosismo latente per i tanti errori che ci sono in questo periodo e questo non fa bene al calcio. Anche stasera siamo a parlare degli episodi e delle espulsioni".

La situazione del Milan come la commenti?
"C'è un grosso problema che si chiama Higuain. Il nervosismo del giocatore sta condizionando tutta la squadra. Tutti sperano che lui si sblocchi e lo cercano in ogni modo ma non si riesce a uscire da questa situazione. Probabilmente il Milan paga la mancanza di un'alternativa valida a Higuain, voglio bene a Cutrone ma è ancora un ragazzino e deve crescere molto".

Che succederà con Nainggolan?
"Nainggolan deve tornare a fare la differenza come faceva con la Roma, il resto non mi interessa. Il vero Nainggolan a Milano non l'ho mai visto. Se non si trova bene a fine anno troverà un'altra sistemazione ma prima di giugno mi aspetto di vedere il vero Nainggolan. Mi ricorda un po' la situazione di Balotelli".

Lotta per il quarto posto?
"La Roma. Se ritrova autostima è certamente la squadra più forte di quelle in lotta per il quarto posto".