Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Porto ai raggi X: stelle e campioni che sfideranno la Roma

Porto ai raggi X: stelle e campioni che sfideranno la RomaTUTTO mercato WEB
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
lunedì 17 dicembre 2018, 12:272018
di Simone Lorini

Un mercato, come di consueto, improntato ai giovani e alle scommesse che ha visto anche cessioni di un certo peso(Diogo Dalot, Ricardo Pereira, Willy Boly e Miguel Layun), non ha condizionato il rendimento di una formazione, il Porto, che ha deciso di affidarsi ancora all'emergente Conceição come tecnico. Dopo 18 partite tra Portogallo ed Europa, i risultati danno ragione all'ex Lazio e Parma, primo in patria e qualificato agli ottavi come testa di serie in Champions League.

Percorso in Europa
Cammino quasi netto in Europa per i lusitani, fermati solo a Gelsenkirchen all'esordio e poi capaci di infilare cinque vittorie di file: il girone probabilmente era il più agevole, ma per una squadra costretta a rifondarsi con frequenza, la qualificazione come prima in classifica non poteva essere un risultato scontato.

Schalke 04-Porto 1-1
Porto-Galatasaray 1-0
Lokomotiv Mosca-Porto 1-3
Porto-Lokomotiv Mosca 4-1
Porto-Schalke 04 3-1
Galatasaray-Porto 2-3

La stella - Iker Casillas
Con 100 vittorie in Champions League, il portiere iberico, addirittura in odore di ritorno in Nazionale per sollevazione popolare, è un punto di forza indubbio per il Porto. Zero minuti saltati in Liga NOS e Champions League, l'ex Real Madrid sta giocando a livelli altissimi e ha dalla sua quella esperienza internazionale che ben pochi compagni possono vantare.

L'undici tipo
Conceição schiera i suoi uomini con un 4-3-3 che può facilmente trasformarsi in 4-2-3-1 con l'avanzamento di un centrocampista, che sia Otavio o Herrera, o con l'inserimento di una mezzapunta come Hernani o Soares. Più stabile la difesa, dove l'esperienza di Maxi Pereira e Telles è compensata dalla gioventù di Militao e Diogo Leite.
Casillas; Maxi Pereira, Felipe, Militao, Alex Telles; Oliver Torres, Herrera, Otavio; Brahimi, Marega, Corona.