Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Pro Vercelli, Secondo: "Grassadonia è tornato nel modo giusto"

Pro Vercelli, Secondo: "Grassadonia è tornato nel modo giusto"TUTTO mercato WEB
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
venerdì 16 febbraio 2018, 21:482018
di Daniel Uccellieri

La Pro vive una seconda giovinezza, uno score invidiabile dal ritorno di Grassadonia e una consapevolezza diversa in vista dell'ostica trasferta di Salerno. In esclusiva ai microfoni di TuttoB.com, il presidente Massimo Secondo ha fatto il punto sul momento dei piemontesi:

Sette punti in tre partite dal riavvento di Grassadonia. Quanto è soddisfatto?
"Molto soddisfatto per lo score, ne avremmo meritati nove. A Cremona contro una squadra importante abbiamo fatto una grande gara. Grande soddisfazione per il ritorno del mister che si è rituffato alla grande, i ragazzi lo aspettavano, lo stanno seguendo a mille, andiamo anche se con qualche infortunio e squalifica di troppo, a Salerno battaglieri".

Cosa ha riportato Grassadonia in più rispetto al passato?
"Il mister ci aveva già portato il gioco, perché anche nel girone d’andata qualche partita giocata molto bene c’è stata, quella col Perugia, con l’Empoli, il derby contro il Novara, forse mancava un po’ di convinzione, cattiveria agonistica, soprattutto in fase difensiva, il mister è tornato nel modo giusto, con i ragazzi responsabilizzati ulteriormente dal suo ritorno, la salvezza dipende da loro. Si è ricreato un bel clima, come lo scorso anno di questi tempi".

Si è un po’ pentito d’aver cambiato mister?
"La scossa si è avuta al contrario, Atzori è un grande professionista e un grande tecnico, non è riuscito ad entrare nella testa dei ragazzi. La scelta di tornare a Grassadonia ha responsabilizzato tutti, è stata una scelta condivisa anche col gruppo, è stata una scossa al contrario, tutto è bene quel che finisce bene".

Che bilancio trae dal mercato di gennaio?
"Il mercato di gennaio lo abbiamo dovuto fare sempre con le nostre risorse limitate, facendo corrispondere alle entrate alle uscite, io sono convinto, cosi come il direttore e il mister, che ci siamo rinforzati".