Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Roma, Pellegrini: "Non ero scarso prima, non siamo tutti fenomeni ora"

Roma, Pellegrini: "Non ero scarso prima, non siamo tutti fenomeni ora"TUTTO mercato WEB
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
mercoledì 7 novembre 2018, 21:562018
di Patrick Iannarelli

Lorenzo Pellegrini, autore del gol vittoria nel match contro il CSKA Mosca, è intervenuto al termine della sfida di Champions League. C'è molta soddisfazione per la vittoria esterna al Luzhniki Stadium, ecco le sue parole rilasciate ai microfoni di Sky Sport:

È veramente un piacere vedervi giocare in Champions League.

"È stata un'ottima partita, dal campo ho avuto un'idea diversa. È stata meno semplice del previsto, non hanno mai avuto paura e ci hanno messo in difficoltà. Abbiamo raggiunto una vittoria essenziale per il passaggio del turno".

Oggi hai visto più chimica a centrocampo?

"Sì, bisogna conoscersi meglio. È importante, Bryan e Steven (Cristante e Nzonzi, ndr), stanno giocando davvero bene. Sono molto contento per Cristante, secondo me ha giocato una gran partita. Oggi è stato il migliore in campo. Ci stiamo conoscendo, ogni domenica è sempre più semplice capirci".

Ora potete mettere tutte le energie in campionato?

"Sicuramente dobbiamo raggiungere una posizione più consona, ma non possiamo mollare la Champions League. La concentrazione e la preparazione della singola gara non è mai cambiata, nessuno ha mai sottovalutato le partite. Dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo".

Il gol nel derby è stato il tuo salto di qualità? Ti sei sbloccato da quel momento?

"Io non ho mai pensato a questo, ma a lavorare. Solo così potevo sbloccarmi. Il gol nel derby è stata una bella liberazione, lo volevo fortemente perché era il mio primo derby, un'emozione unica. Mi sento dire che c'è stato un percorso che arriva dallo scorso anno. La cosa più importante è continuare a lavorare. Non ero scarso prima, non siamo tutti fenomeni ora".